Il Valpolicella Classico è un vino rosso tipico della provincia di Verona, più nello specifico dell’area che comprende i comuni di Sant’Ambrogio di Valpolicella, Marano, Negrar, Fumane e San Pietro in Cariano.
Tale vino è ricavato prevalentemente da vitigni Corvina, Corvinone e Rondinella, con l’eventuale aggiunta di uve autcotone della zona, secondo alcuni, trae la propria denominazione dal latino: Valpolicella, che è anche il nome della zona di produzione, deriverebbe da vallis polis cellae, ovvero “valle dalle molte cantine”.

Caratteristiche, aromi, note di degustazione

Contraddistinto da un elegante colore rosso rubino, il Valpolicella Classico è dotato di un aroma vinoso piuttosto accentuato. Nel bouquet spicca il sentore di frutti rossi, in perfetta armonia con quello delle mandorle: tale caratteristica crea un interessante equilibrio di sapori dolci e amari.
Il gusto di questo rosso è abbastanza complesso, qualità dovuta anche a un lungo periodo di affinamento diviso tra botti di rovere e contenitori in acciaio.
Il corpo del vino in oggetto è asciutto, rotondo, morbido e vellutato, in grado di trasmettere piacevoli sensazioni di calore.

Abbinamento Valpolicella Rosso cibo

Per quanto riguarda gli abbinamenti gastronomici, il Valpolicella Classico è un vino adatto a ogni occasione. Esso abbinaa bene i risotti, in particolare quelli ai funghi e al tartufo, e gli antipasti di salumi. Tale rosso, inoltre, è ottimo per abbinamenti con i primi piatti a base di pasta fatta in casa, dei quali valorizza l’autenticità e la genuinità.
Il Valpolicella si abbina in maniera ottimale alle carni bianche e ai formaggi secchi o stagionati. Vi è anche chi lo preferisce abbinato con le carni rosse, gli stufati, gli arrosti e le grigliate.
Si tratta, in definitiva, di un prodotto molto versatile, che si abbina con successo a moltissime pietanze.