bacche di bacco sfondo

Soave

Il Soave è un vino DOC originario della provincia di Verona, precisamente del territorio orientale dei Colli Lessini comprensivo dei comuni di Monteforte d'Alpone e Soave.
Trattasi di un vino bianco noto sin da tempi antichissimi: si pensa risalga addirittura ai tempi di Cassiodoro e con i romani la sua produzione si intensificò.
Il nome del vino, composto per il 70% da uve del vitigno Garganega, deriva con ogni probabilità dagli svevi giunti nel veronese nel 550 d.C. con i longobardi del re Alboino.

Caratteristiche, aromi, note di degustazione

Il Soave è un vino raffinato e dal gusto ricco che si presenta con un colore giallo trasparente che sfuma verso il verdognolo.
All'olfatto prevalgono note fruttate e floreali, con il netto gusto di mandorla sul finire: in particolare si distingue l'ananas, la mela, la pera, con la presenza delle fragranze di sambuco e violetta. I terreni vulcanici inoltre si rivelano con decise note di porfido, pietra focaia e selce.
Al palato il Soave si presenta come un vino ben strutturato e mediamente alcolico, con sentori di vaniglia e di mandorla amara.

Abbinamento vino Soave cibo

Il Soave è un vino che si presta ad abbinare pietanze variegate: perfetto come aperitivo e con i primi piatti leggeri a base di verdure, di pesce, di molluschi quali le ostriche. Si rivela perfetto anche per abbinamenti con polenta, lumache e formaggi stagionati dal sapore deciso.
La versione Soave superiore DOCG è particolarmente indicata per l'abbinamento con secondi piatti più complessi e speziati a base di pesce o di carni bianche.
Il vino Soave stupisce anche abbinato al più comune fast-food.