bacche di bacco sfondo

Prosecco

Quello che dà origine al vino prosecco è uno dei vitigni più diffusi nel nord-est italiano, ma le sue origini sono tuttora incerte. 
Secondo una delle ipotesi più accreditate, potrebbe essere originario di Prosecco, un comune carsico al confine con la Slovenia. Lì questo vitigno era denominato Glera; approdato poi in Veneto assunse il nome di Serprina. 
Un'altra ipotesi sostiene una diffusione contraria, dalla Marca Trevigiana alla Slovenia. Di sicuro la Marca Trevigiana e soprattutto la sinistra Piave costituiscono il terroir ideale di questo vitigno.

Oggi il Prosecco è diffuso in tutte le province del Veneto ma è la zona tra Conegliano-Valdobbiadene ed Asolo la più vocata alla sua coltivazione.
Si tratta di un vitigno rustico e resistente, che si adatta bene ai terreni di pianura come a quelli di collina. 
I suoi acini sono sferici, con buccia pruinosa e sottile, gialla dorata. Le uve Prosecco maturano tardivamente, dopo la metà di ottobre e possono essere utilizzate per la spumantizzazione ma anche per la produzione di vini fermi.
Il successo del vino Prosecco è stato negli ultimi anni talmente esplosivo da comportare una serie importante di tentativi di imitazione in Italia e all'estero. E' per questo che si è deciso di avviare un processo di controllo e protezione della denominazione e dei sistemi di produzione terminato nel 2009 con la promulgazione del riconoscimento della DOC Prosecco e delle DOCG Conegliano - Valdobbiadene e Colli Asolani o Asolo. 

Aromi e note di degustazione

Il vino Prosecco è caratterizzato da un colore giallo paglierino più o meno carico. All'olfatto, rivela un bouquet che si distingue per le note di mela verde, pera e pesca. Spiccano note floreali di glicine, rosa e acacia e una nota acidula di limone e cedro. 
Ma la caratteristica principale è l'inconfondibile nota di crosta di pane dovuta ai lieviti. 
I prosecchi rifermentati, inoltre, si arricchiscono di profumi fruttati di banana e ananas. 
Al palato, il Prosecco è fresco, fruttato, citrino e discretamente acido. 
I vini prodotti in pianura, inoltre, risultano più corposi, zuccherini, grassi e sapidi mentre quelli prodotti in collina, invece, sono più intensamente acidi e freschi. 

Abbinamenti Prosecco cibo

Molto versatile e moderatamente alcolico, il Prosecco si presta a svariati abbinamenti ed occasioni. 
E' di sicuro il vino perfetto per l'abbinamento con il rito dell'aperitivo: abbina egregiamente salumi e formaggi locali ma anche piatti a base di pesce e crostacei. 
E' delizioso, inoltre, con i primi piatti poveri della tradizione locale a base di funghi e radicchio e per abbinare la pasticceria secca.