bacche di bacco sfondo

Nerello Macalese

Il Nerello Mascalese è considerato il re dei vini dell'Etna: è un vitigno a bacca nera da cui si ottime il celebre e rinomato Etna DOC, insieme al Nerello Cappuccio.
Questo vitigno, di cui si hanno notizie ufficiali sin dal 1600, cresce nella piana siciliana di Mascali su alture che vanno dai 400 e i 1000 metri di altezza, in un terroir vulcanico che, assieme allo sbalzo termico tra la notte e il giorno, dona a questo vino una caratteristica aromatica ben distintiva e definita.

Note di degustazione, aromi, caratteristiche


Il Nerello Mascalese è un vino particolarmente limpido; il suo vivace colore rosso rubino tende a sfumare verso il granata.
All'olfatto sprigiona aromi floreali, terrosi, speziati (in particolare il tabacco e la liquirizia), balsamici con note di menta ed eucalipto, fino alle note di frutti rossi.
Al palato si rivela un vino elegante, asciutto e leggermente salato ed acidulo, grazie alla presenza di tannini.
I terreni vulcanici dove il Nerello Mascalese viene coltivato si percepiscono anche nel gusto con una decisa mineralità.

AbbinamentioNerello Mascalese cibo


Il Nerello Mascalese è perfetto per abbinamenti con i primi piatti quali risotti e a base di pasta ripiena e fatta in casa: perfetto l'abbinamento ad esempio con condimenti quali sughi di carne, funghi porcini e pasta alla norma.
Ideale anche in abbinamento con i secondi di carne mista ma anche di pesce se servito a temperature più fresche: da provare con il cous cous di pesce o con il guazzetto di gamberi di Sicilia.
Il Nerello Mascalese può essere gustato anche per abbinare formaggi stagionati e salumi.