Calabria

Magliocco

Il vitigno Magliocco è un autoctono calabrese a maturazione tardiva, ossia nella prima metà del mese di ottobre, oggi in rivalutazione. Le sue origini probabilmente risalgono ai Greci antichi che l'hanno introdotto in questa zona vocata particolarmente alla viticoltura. Il vitigno Magliocco si è attestato in Calabria dal Medioevo ed è diffuso principalmente nel versante tirrenico. Oggi il Magliocco si trova misto ad altre varietà della zona nei vigneti vecchi nelle zone di Crotone e di Catanzaro, mentre coltivato in purezza nella zona del Cosentino. Il suo nome Magliocco in greco significa "tenerissimo nodo" e si riferisce molto probabilmente, al grappolo che è chiuso come un nodo.

Caratteristiche, aromi, note di degustazione

Il Magliocco è un vitigno rigoglioso e i suoi grappoli sono piuttosto compatti. Il grappolo, durante la sua maturità, è di dimensioni medio-piccole o medie ed è di forma conica piuttosto lungo. In genere ha il peduncolo corto o molto corto, di un bel colore verde.  Gli acini del Magliocco sono di colore nero con delle sfumature bluastre, di dimensioni medie e di forma ellissoidale corta. La sua buccia è spessa, pruinosa e blu-nera.  La polpa del Magliocco ha una consistenza scarsa e un sapore gradevole solo quando è molto matura. 

Il vitigno Magliocco contribuisce a dare origine a dei vini piuttosto vigorosi specialmente se mescolato con il vino Greco Nero e con il Malvasia.
Il Magliocco, se vinificato in purezza, da origine a un tipo di vino che risulta molto fine e piuttosto elegante.
Il suo colore è rosso rubino abbastanza carico e il suo gusto è armonico e morbido, con degli spiccati aromi di tipo fruttato, tipici dei frutti rossi e della frutta secca. 
Il Magliocco ha una alcolicità buona ed è adatto all'invecchiamento.

Abbinamenti Magliocco cibo

Il Magliocco è un tipo di vino che risulta adatto all’abbinamento con tutti i piatti piuttosto ricchi a base sia di carne rossa che di formaggi locali, che risultano stagionati e saporiti. Il Magliocco è ottimo anche abbinato ai piatti della cucina calabrese piccante, magari da gustare con una fetta di 'Nduja.