bacche di bacco sfondo

Inzolia

L'Inzolia è un vitigno autoctono a bacca bianca di buona produttività e resistenza. Ampiamente coltivato in Toscana, Sardegna e Calabria, trova tuttavia la sua massima espressione in Sicilia nelle terre sabbiose, vulcaniche e soleggiate del catanese ed in misura limitata in alcune contrade del messinese e del ragusano, di cui assorbe i profumi slanciati e la mineralità. 

Caratteristiche, aromi, note di degustazione

L'Inzolia è un vino da bere giovane, particolarmente fresco e fragrante. Si caratterizza per la bassa acidità ed il grado zuccherino relativamente contenuto.
Ad un primo esame visivo l'Inzolia appare di un colore giallo paglierino tenue.
Al naso si percepiscono fin da subito delle intense note fruttate, da cui è possibile distinguere chiaramente la pera, l'albicocca, la pesca sia bianca che gialla.
Al palato è fresco, fruttato, vanigliato. Sul finale, si chiude con un retrogusto erbaceo che lo rende particolarmente avvolgente, morbido ed elegante. 

Abbinamenti vino Inzolia cibo

L'Inzolia è un vino minerale e morbido per cui si abbina perfettamente con tutti i piatti di pesce, esaltando ma senza coprire il sapore dolce ed al tempo stesso salino dei molluschi e dei crostacei.
Le note iodate e le parti dure della beva, inoltre, si abbinano perfettamente a secondi di pesce alla griglia, come calamari oppure rombo. Va provato anche in abbinamento ai tagliolini alla bottarga oppure a pietanze realizzate con ingredienti semplici come pasta con tonno e pomodorini di pachino.
L'Inzolia è perfetto anche come aperitivo, in abbinamenti con affettati di mare e stuzzichini spezzafame a base di pesce, come bignè fritti, crostini di calamari e pomodorini, polpettine di mazzancolle, frittatine di vongole, toast al salmone, insalatina di baccalà o focaccia con stoccafisso.
Vino gioviale, allieta piacevolmente gli eventi informali con gli amici.