Greco di Tufo: aromi e abbinamenti

Il Greco di Tufo è un'eccellenza enologica della Campania. Un vino riconosciuto nel mondo, assai apprezzato per le sue caratteristiche inconfondibili e che offre varie possibilità di abbinamento.
Le sue origini, come il nome stesso suggerisce, sono da ricercare in Grecia, più precisamente nella regione della Tessaglia. Millenaria è infatti la storia di questo vino, di cui v'è testimonianza perfino in un affresco dell'antica Pompei.
Inizialmente il vitigno veniva coltivato sulle pendici del Vesuvio, per poi diffondersi fino alla provincia di Avellino. L'area vitivinicola di produzione comprende i territori dei comuni di Tufo, Altavilla Irpina, Chianche, Montefusco, Prata di Principato Ultra, Petruro Irpino, Santa Paolina e Torrioni. I vitigni si trovano in terreni collinari di ottima esposizione e dalla natura argillosa e calcarea.
Il Greco di Tufo dal 2003 vanta il marchio DOCG (Denominazione di Origine Controllata e Garantita).

Note di degustazione

Alla vista si presenta di un colore giallo paglierino intenso.
All'olfatto risulta gradevole, intenso e si percepiscono aromi fruttati, di agrumi e note minerali. Il sapore è fresco, secco, equilibrato, persistente e dalla mineralità e acidità caratteristiche.

Abbinamenti Greco di Tufo cibo

Per un perfetto abbinamento con il cibo, il Greco di Tufo è il vino ideale da abbinare a risotti, zuppe, piatti a base di pesce e crostacei, formaggi freschi e alla mozzarella di bufala.