bacche di bacco sfondo

Fiano di Avellino

Il Fiano di Avellino è uno dei principali e più rinomati vini bianchi del Sud Italia. Il suo vitigno è coltivato maggiormente in Campania, in Basilicata e in Puglia, in particolar modo nella provincia di Avellino.
Le origini del vitigno Fiano non sono chiare, ma sembra probabile una sua introduzione nell'Italia meridionale durante i periodi della colonizzazione greca. Il suo nome deriva con molte probabilità dal termine uve Apiane, impiegato per descrivere una qualità d'uva che grazie alla dolcezza riusciva a essere molto attraente per le api.
La vendemmia viene effettuata non oltre la metà del mese di ottobre.

Note di degustazione e caratteristiche

Le zone naturali di collina favoriscono la coltivazione del vitigno grazie a terreni e a un clima fresco che conferiscono alle uve un aroma pieno e intenso.
Il vino Fiano di Avellino presenta un colore giallo delicato.
Gli aromi sono contraddistinti da note di nocciole, noci, mandorle e pera, mentre il gusto è equilibrato, ricercato e fresco, in grado di lasciare aromi forti e gradevoli al palato.

Abbinamenti Fiano di Avellino cibo

Il vino è ottimo in abbinamento a carni bianche e a piatti a base di pesce fra cui i risotti, nonché a formaggi freschi e a insalate. Il Fiano trova infine un abbinamento egregio con la tipica Mozzarella di Bufala locale.
In tempi recenti il vino viene impiegato sempre più spesso come raffinato aperitivo.