Dolcetto: aromi e abbinamenti

Prodotto in Piemonte, con una particolare predilezione per l'area delle Langhe, il Dolcetto è uno tra i più conosciuti vini rossi italiani. 
L’origine del nome non è del tutto certa: l'ipotesi più accreditata è che esso derivi dalla dolcezza della sua uva matura: il Dolcetto infatti presenta un’acidità bassa e un bouquet suadente che lo fanno risultare morbido al palato. Un’altra ipotesi ritiene che venga dall'espressione del dialetto piemontese che indica la collina o il dosso, ossia dosset. 
Si tratta di un vino apprezzato specialmente nel Nord-Ovest dell’Italia, dove se ne consuma circa l’80%, ma una maggiore diffusione.

Caratteristiche, aromi, note di degustazione

Il vino ottenuto dal vitigno Dolcetto si presenta di colore rosso rubino con riflessi violacei. 
Il profumo è piuttosto caratteristico: vinoso, con note di fiori e frutti rossi.
Al palato il è armonico e non troppo acido. 
Il sapore del vino Dolcetto, al contrario del suo nome, è piuttosto secco, leggermente ammandorlato, rotondo, morbido e fruttato. 

Abbinamenti Dolcetto cibo

Il Dolcetto è un vino molto popolare nella sua zona di produzione e un compagno quotidiano dei pasti di moltissime di persone in Piemonte e in particolare nelle Langhe. 
Il vino Dolcetto è perfetto in abbinamento a un pasto a base di prodotti tipici piemontesi. Abbina ottimamente antipasti con verdure e salumi, piatti a base di carne di manzo o di vitello, ma è da apprezzare anche abbinato a risotti, minestre di legumi o funghi.