grappoli uva

Catarratto

Il Catarratto è uno storico vitigno siciliano a bacca bianca, tipico del palermitano, del trapanese nonché dell’agrigentino. Attualmente si distinguono le varianti Bianco Comune e Bianco Lucido, iscritti dal 1970 nel Registro Nazionale delle Varietà di Vite.
Possiamo trovare il vino sia vinificato in purezza sia ma nella composizione di pregiati vini sicialiani quali Marsala, Contessa Entellina DOC, Etna DOC.
Le uve Catarratto danno origine ad un nettare unico, dall’eccellente rapporto qualità-prezzo, che si contraddistingue per la sua freschezza, per la buona acidità e per i profumi floreali e fruttati.

Note di degustazione e caratteristiche

Il Catarratto è un vino dal colore giallo paglierino carico e tendente al dorato. Fresco, fermo, frizzante e ben strutturato, possiede un grado alcolico ed un’acidità perlopiù moderati.
Al naso si distinguono note agrumate e floreali come di buccia di arancia amara, di limone e fiori di zagara. Si percepiscono anche sentori erbacei e di frutta tropicale come ananas e passion fruit.
Al gusto è asciutto, caldo, corposo, persistente e talvolta amarognolo alla chiusura. Questa particolare caratteristica viene conferita dall’eccellente sapidità e dalle sensazioni minerali ben accentuate.

Abbinamenti vino Catarratto cibo

Il Catarratto si abbina perfettamente a piatti leggeri, non molto elaborati. È ottimo per abbinamenti con antipasti a base di salumi e formaggi delicati, ma anche con crudi di pesce oppure verdure grigliate.
La versione spuamente del Catarratto abbina egregiamente primi a base di pescato fresco e di crostacei, secondi di pesce cotto alla griglia, al vapore, bollito o al forno.
Il vino Catarratto è ottimo per abbinamenti anche con carni bianche in genere, impiegate in preparazioni non troppo complesse e delicate.