grappoli uva

Brunello di Montalcino DOCG

n rn Il Brunello di Montalcino è un vino rosso DOCG prodotto nelle zone collinari circostanti Montalcino, borgo in provincia di Siena. Il suo nome deriva dal colore particolarmente scuro degli acini e la prima vinificazione è avvenuta nel lontano 1888 da parte di Ferruccio Biondi Santi.
Il Brunello di Montalcino si ottiene utilizzando esclusivamente il vitigno di Sangiovese Grosso e ogni operazione, dalla vinificazione alla conservazione in botti di rovere fino all’imbottigliamento, avviene rigorosamente a Montalcino.

Note di degustazione, aromi, caratteristiche

Il Brunello di Montalcino è considerato un vino longevo in quanto può invecchiare dai 10 fino ai 30 anni.
Ha un colore rosso rubino brillante con venature leggermente aranciate: nelle versioni invecchiate più a lungo il colore vira verso un intenso granata.
L’aroma persistente e intenso regala note fruttate (in particolare frutti rossi e marasca), di sottobosco, di vaniglia, di liquirizia e di legni aromatici.
Al gusto si rivela caldo, armonioso e ben strutturato, con una buona tannicità e una persistenza aromatica prolungata.

Abbinamenti Brunello di Montalcino cibo

Il Brunello di Montalcino è perfetto per abbinamenti con selvaggina (ad esempio il cervo, la lepre e il cinghiale) e in generale per abbinare le carni rosse, soprattutto arrostite.
Si abbina bene anche ai piatti tartufati, a base di funghi e ai formaggi stagionati quali la toma e il pecorino toscano.
Le sue eccezionali caratteristiche organolettiche rendono il Brunello di Montalcino, in particolare le bottiglie di grandi annate, un vino da meditazione da sorseggiare nei momenti di relax lontano dai pasti.
Va servito ad una temperatura tra i 18° e i 20° in calici baloon.